Giochesercizi

Fanno parte delle tecniche del Teatro dell’Oppresso e, come dice la parola, svolgono sia la funzione di gioco che di esercizio.

L’esercizio è inteso e utilizzato come strumento di riflessione fisica su se stessi, una possibilità di autoconoscenza che aiuta a riconoscere e a trasformare le proprie rigidità corporee e percettive.
Se l’esercizio è utile alla percezione di sè, il gioco è uno strumento di espressione perchè permette di entrare in relazione con l’altro ed esige un interlocutore.

In termini teatrali gli esercizi possono essere paragonati ad un monologo, mentre i giochi a un dialogo.

I giochesercizi sono dunque strumenti utili per conoscersi e trasformarsi, attraverso l’uso di un linguaggio corporeo, creativo e simbolico.

Torna a Laboratori esperienziali